TOP

Quadarella un 2018 da incorniciare

Simona Quadarella nata per nuotare, nuotare più veloce delle altre!
Fresca di incoronazione come “Rivelazione dell’anno” ai Gazzetta Sports Awards premi assegnati ai migliori sportivi italiani, Simona incornicia così il suo 2018.
Talento precoce a 6 anni nel 2004 e già in vasca a nuotare.
Passano due anni ed entra nel Settore Agonistico della Società Polisportiva Delta Roma,
Nel 2014 la prima convocazione in Nazionale.
E’ una predestinata, inizierà subito a vincere.
2014: vince due medaglie d’oro Europei Juniores nei Paesi Bassi e anche un oro ai Giochi olimpici giovanili di Nanchino in Cina, negli 800 stile libero.
E siamo al 2018 iniziano gli Europei di nuoto, le avversarie sono agguerrite, dopo essere stata una rivelazione nel 2017 riuscirà a confermarsi? Vincerà i 1500 la sua gara? E gli 800?
La diciannovenne romana è in grande forma, sembra volare sull’acqua.

Alla fine gli ori saranno tre: 400 – 800 – 1500 stile libero. La prima italiana della storia a fare il triplete. E’ nata una stella!
Ci ho sperato, mi sembra incredibile
Vittorie attese?
La maggiore sorpresa nei 400: “Puntavo alla finale. Ma poi non mi sono fatta mettere la mano davanti da nessuno“. I 1500 erano una vittoria attesa “Perché sono sempre stati la mia gara“, infine anche negli 800 “Un po’ me l’aspettavo“.
Dopo il trionfo dei 1500 è scoppiata a piangere: “quello è stato un pianto liberatorio, dopo una bella vittoria non riesco a trattenermi, a volte piango quando ripenso a bei momenti del passato, soprattutto quando sto da sola.”
Il nuoto non sempre ha gli spazi mediatici che merita, ma questa ragazza è un bel personaggio che contribuirà di sicuro a catalizzare l’attenzione degli spettatori.
In Nazionale Simona è Squiddy (soprannome che giocando con il cognome richiama un personaggio di SpongeBob) ragazza buona, allegra che si trasforma in acqua: “la mamma mi chiama veleno, mi dice tira fuori il veleno in gara
A me la fatica piace e l’acqua mi dà adrenalina. In gara mi trasformo, divento cattiva e ci metto il veleno. E in allenamento, se mi annoio, canto
La musica, compagna fedele di tanti atleti, la musica tira fuori le emozioni, la musica aiuta a capire chi siamo: Swimming pools di Kendrick Lamar, Over Now di Post Malone, Nothing is promised di Rihanna i suoi pezzi preferiti
Vincere, in tanti lo vogliono in pochi riescono. A fianco di Simona, a sostenerla e guidarla c’è una figura importante, il suo allenatore Christian Minotti: “Io e Christian abbiamo un rapporto bellissimo, mi conosce e mi capisce da 8 anni. Ma non sono un’atleta passiva“ “Christian è un mental coach, mi aiuta anche al di fuori del nuoto. Si arrabbia se mi alleno male, così mi tira fuori più cattiveria”

Il futuro è sempre un incognita, ma chi ha le idee ben chiare conosce la direzione in cui andare: “I Mondiali dell’anno prossimo, ma soprattutto l’Olimpiade di Tokyo 2020. Quello è l’obiettivo“ “Nel nuoto vorrei essere più forte di Katie Ledecky, la vedo un po’ dura ma non si sa mai.
Popolarità esplosa per la giovane erede di Federica Pellegrini, interviste su Sport Week, su Sky Sport, sul magazine Spy…. e tanto altro. Peso o gioia?
Questa popolarità che mi è piombata addosso non è facilissima da gestire, però tutto questa curiosità mi diverte
Mi ha chiamato Virginia Raggi, siamo dello stesso quartiere di Roma, Ottavia e mi ha fatto piacere
Se mi facessero una proposta per partecipare a un programma televisivo, come un reality show, accetterei: perché no? Non mi hanno ancora offerto nulla, ma la televisione si sta interessando a me tra interviste e altri passaggi in tv“.
Come diceva il grande Michael Phelps:
Così tanta gente lungo il cammino, qualunque sia ciò a cui aspiri, ti diranno che non può essere fatto. Ma tutto ciò che serve è l’immaginazione. Tu sogni. Tu progetti. Tu realizzi. Ci saranno degli ostacoli. Ci saranno dei dubbiosi. Ci saranno degli errori. Ma, col duro lavoro, con la fede, con la confidenza e la fiducia in te stesso e in quelli che ti stanno attorno, non ci sono limiti.”
L’impressione é che di questa bella ragazza, simpatica, determinata ne sentiremo parlare a lungo, “non ci sono limiti” vai Simona nuota oltre la sfida!

scrivi un Commento